Translate

lunedì 13 gennaio 2014

Bisogna schierarsi senza paura.


Dopo aver maturato varie esperienze di natura politica, l’ultima quella del PDL,Salvatore Valerio decide di aderire al Progetto Politico di “ Fratelli d’Italia” la formazione politica fondata  da Giorgia Meloni , Crosetto  e La Russa.Il motivo di questa scelta sono sintetizzati in questa dichiarazione:…c’è un grosso sentimento  di antipolitica nella pubblica opinione non contro la Politica in senso  lato, ma contro la “mala politica” … Bisogna tornare a intercettare le aspettative dei cittadini avendo ben saldi determinati principi: onestà,merito,partecipazione e competenza. Tali presupposti diventeranno  ancor più importanti i nel momento in cui a Foggia si andrà a votare nella prossima primavera  per l’amministrazione della nostra città.

Una città da tempo allo sbando  il cui degrado è sotto gli occhi di tutti :

agli ultimi posti nella classifica di vivibilità;

 dove i contenitori culturali più importanti  ( il Teatro Giordano e l’Anfiteatro Mediterraneo) sono chiusi da svariati anni ;

 dove  si estirpano Palme in pieno centro per favorire il “palazzinaro” di turno senza comprendere chi abbia dato l’autorizzazione;

dove da tempo non esiste una politica del verde pubblico;

dove non esiste una politica di tutela del territorio (incuria dei monumenti che vengono lasciati nelle mani dei vandali etc);

dove si predilige favorire  appalti per le pulizie della città ad Aziende non locali facendo lievitare i costi di gestione;

dove non esiste la raccolta differenziata;

dove all’aumento del gettito  esagerato  della TARSU non fa seguito un miglioramento della pulizia della città e di altri servizi;

dove per far cassa l’amministrazione comunale  ha imposto strisce blu dappertutto;

una città dove esiste un buco di svariate centinaia di milioni di euro.

Tutto questo ci fa comprendere che queste sono problematiche  di natura politica.

Responsabilità che riguardano in particolare il centrosinistra e la sua disastrosa amministrazione che dura da circa 10 anni.

 Allora ritengo sia giusto schierarsi politicamente, perché è la politica che deve dare giuste risposte alle

aspettative della cittadinanza , quindi è la politica,  attraverso i partiti e le coalizioni, che deve responsabilizzarsi.

Non saranno i voti sprecati o le liste civiche più o meno a cinque stelle, liste personali a risolvere i problemi della città  ma un voto  che deve essere di natura politica.

Auspico che “Fratelli d’Italia” sia sempre più attivo e più presente,che ascolti le Istanze del cittadino,sia sempre più radicato e forte sul territorio che lavori per il bene comune e che diventi sempre più un riferimento per l’elettorato di Destra sempre più confuso, e che  faccia emergere quella  prospettiva di reale cambiamento  che molti auspicano e che  già si può concretizzare  attraverso la proposta della scelta  del  prossimo candidato sindaco del centro destra a Foggia  con le primarie. Un Candidato che venga individuato, finalmente dai cittadini e non venga calato dall’alto , dalle fredde e grigie segreterie politiche  di partito, rappresentando  la sintesi delle varie anime del centro destra. Il nostro obiettivo è quello di  rendere Foggia una città più vivibile e meno degradata , una città al pari di altre del sud Italia con tanti problemi e contraddizioni  ma  che ha, al tempo stesso , grosse potenzialità ed anche delle splendide realtà riconosciute a livello Nazionale : un esempio su tutti la nostra Università.

AVANTI ALLORA  SENZA PAURA!

Salvatore Valerio

 


Salvatore Valerio

Presidente dell’Associazione Politico Culturale

Laboratorio di Evoluzione Politica e delle idee.

 

E’ tra i soci fondatori  del Comitato

“Un  Monumento a ricordo delle vittime del 1943 a Foggia”

 

Sostenitore convinto, ha aderito  alla rete delle Associazioni

 a favore della riapertura dell’aeroporto Gino Lisa di Foggia.